Homepage » Informazioni e news

Informazioni e news

Estate rovente? Attenzione a lasciare il motore acceso per refrigerarvi, Il codice della strada non perdona; salate sanzioni per i trasgressori!

Molti automobilisti sono preoccupati per l'ondata di caldo non sapendo che rischiano salate multe.

Data: 30/07/2022

Estate rovente? Attenzione a lasciare il motore acceso per refrigerarvi, Il codice della strada non perdona; salate sanzioni per i trasgressori!Molti automobilisti sono preoccupati per l'ondata di caldo non sapendo che rischiano sanzioni fino a 444 euro se si lascia l'aria condizionata in funzione con il veicolo in sosta. Le temperature raggiunte in questi ultimi giorni, superiori a 35 gradi, difficilmente si possono sopportare in macchina, almeno per i primi minuti. Per tale ragione spesso si lascia il motore acceso tenendo attivo l’impianto di condizionamento. Ma è consentito lasciare il motore acceso a macchina ferma in estate in modo che l'aria condizionata possa fare il suo lavoro? La risposta è no! Durante la sosta, il motore deve essere spento. Una sanzione specifica infatti è prevista per chiunque lasci il motore di un veicolo fermo in funzione anche solo per riscaldare o raffreddare l’auto. Il divieto è stato introdotto nell'art. 157, c. 7 bis, CDS dalla legge n. 160/2007 di conversione del DL n. 117/2007. La nuova disposizione, nata per puntare a ridurre le emissioni di gas di scarico e l’inquinamento dei veicoli, non manca di suscitare dubbi e perplessità, soprattutto sotto il profilo pratico dell'accertamento dell'illecito. Infatti perché l’illecito, di cui al comma 7 bis art. 157 si concretizzi (sanzione da Euro 223,00 a Euro 444,00), è necessario dimostrare non solo che il motore del veicolo era accesso ma che tale operazione era realizzata dal trasgressore per mantenere in funzione il climatizzatore. Quando non è possibile dimostrare tale circostanza ed il veicolo è in sosta, si ricorre alla violazione meno grave del generale divieto di sosta con il motore acceso previsto dal comma 2 dell’art. 157 CDS. (Euro 42,00). Per la corretta applicazione della norma, occorre avere approfondita conoscenza dei tre distinti momenti della circolazione stradale ed il codice della strada all’art 157 ne contiene le definizioni. Si tratta dell’arresto, della fermata e della sosta dei veicoli, compresa quella di emergenza. a) l’arresto è l'interruzione della marcia dovuta alle esigenze della circolazione, non connesse alla volontà del conducente. Durante l'arresto il conducente si deve trovare alla guida pronto a riprendere la marcia quando le condizioni del traffico lo consentono. Si ha arresto, ad esempio, quando il veicolo è fermo al semaforo in attesa del verde oppure quando è incolonnato per congestione del traffico o incidenti. L'arresto, che si determina in tutti i casi in cui il veicolo non si ferma per volontà del conducente, può avere durata molto variabile: da pochi secondi per svolta o fermata del veicolo che precede, ad alcuni minuti come nel caso di un semaforo rosso oppure ad alcune ore nel caso di code per traffico o incidenti; b) per fermata si intende la temporanea sospensione della marcia anche se in area ove non sia ammessa la sosta, per consentire la salita o la discesa delle persone, ovvero per altre esigenze di brevissima durata. Durante la fermata, che non deve comunque arrecare intralcio alla circolazione, il conducente deve essere presente e pronto a riprendere la marcia; rientra nella sosta anche la condotta di chi lascia un passeggero a bordo ma si allontana dal veicolo. c) per sosta si intende la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo, con possibilità di allontanamento da parte del conducente. Rientra nella sosta anche la condotta di chi lascia un passeggero a bordo ma si allontana dal veicolo. d) per sosta di emergenza si intende l'interruzione della marcia nel caso in cui il veicolo è inutilizzabile per avaria ovvero deve arrestarsi per malessere fisico del conducente o di un passeggero. Ricordatevi quindi che è possibile tener accesa l’aria condizionata mentre si sta “momentaneamente” aspettando qualcuno all’interno del veicolo o mentre si accosta “temporaneamente” per un’urgente necessità.