Homepage » Informazioni e news

Informazioni e news

Pubblichiamo di seguito l’intervista del Il Tirreno al Presidente di Aci Livorno Marco Fiorillo.

Le domande e le risposte pubblicate oggi sul Il Tirreno

Data: 13/01/2023

Pubblichiamo di seguito l’intervista del Il Tirreno al Presidente di Aci Livorno Marco Fiorillo.-Aci sarebbe favorevole a creare più zone pedonali a Livorno? Ed eventualmente in quale zone le vedrebbe? Assolutamente No. Aci Livorno è per la riapertura di corso Amedeo o dei Fossi che alleggerirebbero Via grande. Nuove zone pedonali avrebbero un impatto negativo per le piccole imprese della zona centrale, inoltre non ci sarebbe nessun miglioramento sull’inquinamento dell’aria, il traffico per inquinare meno deve scorrere e non avere rallentamenti. L’ingresso e l’uscita dei parcheggi deve essere agevole e non creare file. -E se venisse chiusa via Grande? La città di Livorno non ha bisogno di chiusure per come è costruita con poche direttrici, già gli strozzamenti del porto e nel futuro il viale di Antignano porteranno ancora più inquinamento e una ripercussione negativa sull’economia cittadina molto forte -Quali sono attualmente le principali criticità del centro per gli automobilisti? Restringimenti delle carreggiate con perdite di tempo infinite, inoltre pochi parcheggi e male organizzati. -Il piano del traffico ha venti anni. Cosa cambierebbe? Come abbiamo detto prima la città di Livorno ha poche direttrici sia Nord Su che est Ovest ogni chiusura congestiona il traffico che invece ha bisogno di fluidità. Se poi l’obbiettivo dell’amministrazione è farci andare a piedi o in bici questa non è la strada giusta poiché si creerebbero dei danni permanenti alla città. I mezzi pubblici vanno bene solo per alcune categorie incentivarli è giusto ma la città ha una vocazione economica sulla  portuali  che se non assistita la città muore -Dove potrebbero essere creati nuovi parcheggi? E’ un discorso complesso intanto rivedere il flusso del traffico verso parcheggi esistenti sarebbe un primo passo ad oggi non è così -Molti livornesi continuano a entrare nelle zone traffico limitato, pur non avendone diritto, approfittando dell’assenza di telecamere. Come si può educare gli automobilisti al rispetto delle regole? L’educazione degli utenti della strada deve cominciare dalle scuole, il rispetto delle regole è comunque doveroso sono auspicabili maggiori controlli che oggi non ci sono.